Home

Foyer Valdotain

Passepartout

Iscriviti al sito



Chi è on line

 3 visitatori online
Il Coordinamento politco di FA espelle alcuni esponenti socialisti radicali: Crea si dimette qualche ora prima per evitare l'onta della radiazione. Esempi di incoerenza e confusione politica PDF Stampa E-mail
Scritto da Fonte Ansa   
Martedì 16 Giugno 2009 08:39
Leonardo La TorreL'uscita dalla Federation autonomiste della componente che fa riferimento, a livello nazionale, al Partito socialista (Ps) è stata esaminata ieri dalla segreteria politica del movimento autonomista che ha presso atto "della volontà di quanti si sono dimessi poche ore prima della riunione evitando così l'onta della radiazione", ha spiegato oggi in una nota il segretario della Fa, Leonardo La Torre.
"I socialisti radicali, scegliendo la linea politica dei Verdi e di Rifondazione comunista, - ha spiegato ancora La Torre - si sono posti fuori dal movimento in occasione della campagna elettorale per le elezioni europee". E ha aggiunto: "La scelta di quei socialisti, in evidente stato confusionale politico, che si sono posti fuori dal movimento ha permesso di fare chiarezza e rafforzare la credibilità e la coerenza della Federation Autonomiste che vede nel rafforzamento del Centro autonomista l'unico progetto politico in grado di far crescere la comunità valdostana".
La segreteria politica della Federation Autonomiste prende poi atto che "rimane inalterata, se non rafforzata, la componente socialista che si richiama al socialismo modernista, riformista e federalista pronto alle sfide su un regionalismo di respiro europeo". Inoltre, l'organismo esecutivo del movimento, dicendosi "convinto della coerenza di quanti hanno lasciato il movimento", si attende "che si dimettano dagli incarichi ricoperti fino ad oggi per conto del Movimento perché eletti nelle proprie liste o perché nominati in quanto espressione della Federation Autonomiste".
Ultimo aggiornamento Sabato 20 Giugno 2009 04:54